Chi siamo

Una Storia lunga 37 anni!

Un’esperienza che dura ininterrottamente da 37 anni ha certo tante cose da raccontare, ma anche la dimostrazione concreta della sua validità e radicamento. Quanto tempo è passato da quel lontano 1978, data d’inizio dei primi corsi organizzati dalla Scuola di Artigianato Artistico del Centopievese!

Nei locali messi a disposizione da Padre Giuseppe Fabbri, negli spazi all’interno del Santuario della Rocca di Cento e, grazie alla passione di Angelo Zarri per anni instancabile ed entusiasta presidente, presero avvio le attività che con fortune alterne, si sono nel tempo modificate, ingrandite, specializzate.

Chi ci sostiene

Importante aiuto è venuto anche dalle varie amministrazioni comunali che da allora si sono succedute a Cento e a Pieve di Cento; due città d’arte non potevano che essere protagoniste di questa esperienza sostenendo le attività della scuola con le possibilità economiche e le disponibilità di spazi a loro disposizione.

Le associazioni di categoria quali Confartigianato e Confederazione Nazionale Artigiani (CNA) hanno sempre prestato attenzione alle attività della scuola, sostenendone a volte i vari corsi, consapevoli dell’importante ruolo della stessa nel tramandare alle migliaia di allievi che si sono avvicendati, le fondamentali conoscenze per far vivere la pratica artigiana.

L’elenco di chi ha contribuito a fondare e garantire la vitalità presente ancor oggi nella scuola, continua citando l’importante sostegno economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Cento e di una notevole cerchia di illuminati e sensibili imprenditori locali.

I corsi non solo sono stati messi a disposizione dell’attività amatoriale, ma attraverso la collaborazione con la scuola anche dei bambini delle materne ed elementari con progetti didattici mirati.

I corsi attivati e indirizzati a persone seguite Dipartimento di Salute Mentale della AUSL, sono un modo concreto di fornire un aiuto al reinserimento a chi, si spera momentaneamente, riscontra qualche difficoltà.

Progetti che possiamo definire speciali, sono stati inoltre realizzati con l’Università del Tempo Libero e con il locale Liceo. E’ stato anche organizzato, in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università di Ferrara, un corso post-laurea volto alla conoscenza e valorizzazione delle case rurali del territorio i cui lavori furono pubblicati in un interessante libro. Ma non solo, per divulgare il risultato del lavoro degli allievi sono state numerosissime le mostre organizzate nel territorio del Centopievese o all’interno di manifestazioni di settore a livello nazionale ed internazionale. L’elenco di queste sarebbe lungo e quindi ne citiamo solo alcune: Salone della musica di Rimini (DISMA), Szèkesféhevàr (Ungheria), e Castelroncolo (Bolzano).

Il confronto che nasce allestendo e presentando le mostre ad altre comunità motiva e gratifica insegnanti ed allievi dei corsi.

Ad avvallare quanto sopra ricordiamo il Laboratorio Artigianato Artistico Solandro (LAAS) nato a seguito di una mostra organizzata a Pejo (Trento) nel 1989. La creazione di questo corso, che tuttora prosegue, finalizzato all’insegnamento dell’intaglio ligneo, è la dimostrazione pratica e concreta di come le relazioni con altre comunità, non solo fanno nascere amicizie, ma possono incidere nell’opera di trasformazione ed evoluzione di un territorio.

Oggi la Scuola di Artigianato Artistico è una grande realtà, un approdo di riferimento culturale e professionale, una variegata proposta a molti, offerta ulteriore del nostro territorio Centopievese.


STATISTICHE ANALYTICS